Attrarre, convertire, concludere e fidelizzare.

Nell'immagine che segue vediamo le 4 azioni principali compiute dal Brand online: attrae visitatori, li converte in leads, conclude l'accordo e fidelizza.

Al centro il percorso dell’utente: da sconosciuto diventa visitatore, si converte in lead, poi in cliente e sostenitore del Brand.

Nella parte inferiore gli strumenti che risultano più utili nelle singole fasi per quanto alcuni, come email e social media, siano utilizzabili in più momenti. 

Quello che non è rappresentato nell'immagine è l’analisi. Perché l’analisi riguarda ogni singola fase della metodologia.

Ogni volta che completiamo un’azione viene analizzata, per migliorare la strategia di comunicazione.

 

Scopri le soluzioni Inbound

 

Fasi_Metodologia_Inbound.jpg

Fase 1: Attrazione


 

Portando i visitatori giusti, nel posto giusto, al momento giusto, il Brand genera valore.

Avere più visite al sito è una cosa, essere avvicinati dalle persone giuste è un’altra. Per molto tempo il web marketing si è concentrato sull’aumentare il volume di traffico, il numero di fan, follower e like. Un approccio quantitativo, più che qualitativo. Forse retaggio dell’uso dei media tradizionali. 

Come sappiamo, i consumatori fanno ricerca prima di prendere la propria decisione d’acquisto, cercano una soluzione. E quasi tutti sono online. 

Come quasi tutti i tuoi competitors, per questo serve una metodologia efficace per farsi avvicinare dalle persone giuste.

 

Tattiche di web marketing, per farsi avvicinare.

SEO: serve a ottimizzare il sito web per i motori di ricerca, scegliendo le parole chiave corrette.

BLOG: serve a pubblicare costantemente contenuti che siano d’aiuto per i vostri clienti ideali.

SOCIAL MEDIA: servono a diffondere i vostri contenuti ma soprattutto a comunicare in modo diretto e informale.

 

 

 

Fase 2: Conversione


 

Una volta che sul tuo sito arriveranno le persone giuste, il passo successivo sarà chiedere che diventino dei leads.

Che ti permettano di conoscerle meglio. 

Perché questo avvenga è indispensabile dargli qualcosa che per loro abbia un valore. Per questo, uno dei primi passi della metodologia Inbound consiste nell’individuare le Buyer Personas del proprio Brand. Conoscere meglio i nostri clienti ideali ci aiuterà ad essere ispirati, a creare contenuti che saranno scaricati come ebooks, white-papers, video, …. Condividere con il pubblico trucchetti o suggerimenti utili nel tuo settore è un buon punto di partenza, per ottimizzare il tuo sito e per una lead generation di qualità.

 

Tattiche di web marketing, per convertire in leads i visitatori.

LANDING PAGE: letteralmente è la pagina di atterraggio, la pagina di conversione da visitatore a lead.

FORM: in questo modo le domande che facciamo al nostro pubblico, sono in sintonia rispetto al contenuto che vuole scaricare.

CALL-to-ACTION: chiediamo all’utente di fare un’azione specifica, in relazione al contenuto che fruisce.

 

 

Fase 3: Conclusione


 

In questa fase il tempismo è ancora più importante del solito. 

E altrettanto importante è l’analisi dei dati.

Adesso le prime due fasi stanno funzionando: sul sito arrivano persone interessate al tuo Brand e si trasformano spesso in leads. 

È il momento di approfondire il rapporto con contenuti riservati a loro: sempre più mirati, per andare incontro alle esigenze dei tuoi clienti potenziali. 

Implementando il flusso dei contenuti dedicati che fornite ai vostri leads, capirete quali di loro sono più pronti all’acquisto e quali necessitino di altre informazioni. Qualificando i leads generati, vi accorgerete che il carico di lavoro sui venditori si sarà ridotto, aumentandone l’efficacia.

 

Tattiche di web marketing, per concludere la vendita.

EMAIL: dopo aver raccolto le informazioni necessarie sui potenziali clienti, li contatterai con email che saranno il frutto dell’attenzione che gli abbiamo rivolto.

SIGNALS: un ottimo strumento per monitorare il risultato delle mail inviate (open rate, click e CTR)

WORKFLOW: ovvero come usare le mail per nutrire i leads generati con follow up, promozioni, inviti e altro ancora. 

 

 

 

Fase 4: Fidelizzazione


 

L’aiuto principale che un’azienda riceve dall’Inbound marketing riguarda la creazione di contenuti, la lead generation e il dialogo con i clienti.

Quando un lead diventa cliente, il percorso di generazione del valore è appena iniziato. Mantenere positiva l’esperienza del cliente con contenuti esclusivi, interagendo sui social media e assistendolo quando ne ha bisogno, lo trasformerà in un nostro sostenitore. E, come sappiamo, il passa-parola è uno degli strumenti di comunicazione più potenti. Il patto implicito? Non tradire la fiducia dei clienti.

 

Tattiche di web marketing, per fidelizzare.

EVENTS: per creare eventi online dedicati esclusivamente ai nostri clienti.

SOCIAL INBOX: per monitorare le interazioni sui diversi social network e rispondere in tempo reale su Facebook, Twitter, Linkedin e Pinterest.

SMART CONTENT: contenuti che si modificano in base al visitatore, per facilitarne la ricerca ed evitare perdite di tempo.

 

 

 


 Area Inbound segue scrupolosamente la metodologia Inbound, in tutte le sue fasi.


 

Crediamo che la sfida più grande per un’impresa, sia stare al passo con i propri clienti. Per questo il Brand chiede il permesso di entrare in un mondo controllato dal consumatore. Per questo, ci impegniamo al massimo perché i Brand siano parte attiva e positiva nella vita degli utenti.

Siamo in grado di creare e gestire una trasformazione completa dal marketing tradizionale all’Inbound marketing, seguendo una strategia dettagliata e consolidata.

Vorresti rendere più Inbound il marketing della tua azienda? Potremmo sentirci su Skype o al telefono.

Scrivimi per una prima consulenza gratuita.